Dopo esserti occupato della scelta dei riproduttori, dell'accoppiamento e gestito la gravidanza della tua cagnolina, eccoci al tanto atteso momento magico del parto.

Hai passato questi 60 giorni ad immaginare come sarebbe stato, sicuramente sarai ansioso e un po’ preoccupato, tranquillo tutto nella norma ma non dimenticare che il tuo stato d’animo si riflette sulla tua mamma, quindi respira e tieniti forte, stai per assistere al miracolo della vita.

Sto per spiegarti tutto passo passo, dal mio punto di vista e dalla mia esperienza di allevatrice, che ha visto venire alla luce tante cucciolate, sia semplici, che più complesse.

Fase 1: il travaglio

gravidanza cane amstaff 9 settimane
Cane Amstaff alla 9° settimana di gestazione

In questa fase la cervice inizia a rilassarsi, arrivano le prime contrazioni e la tua cagnolina inizierà ad essere irrequieta e a non avere appetito, a volte possono manifestarsi episodi di vomito (mantieni la calma è tutto nella norma).

Preparazione della tana

In questa fase la tua cagnolina inizierà a cercare un luogo buio e protetto (in natura il lupo scava una tana nel terreno per proteggersi dai predatori e proteggere i suoi piccoli), nel cane l’istinto è proprio quello. Ti accorgerai che inizierà a scavare nei luoghi più bui e isolati della casa per trovare rifugio.

Assicurati che possa trovare un posto in cui si senta a proprio agio in modo da stabilizzare il più possibile l’agitazione.

Aumento della respirazione

Man mano che le contrazioni inizieranno ad essere più forti, la futura mamma inizierà ad ansimare in maniera importante, accarezzala dolcemente sulla schiena per alleviare un pochino il dolore.

I tremori

Ti accorgerai, soprattutto sugli arti posteriori, che inizieranno dei piccoli spasmi muscolari seguiti da tremori.

Questo è il momento del calo della temperatura corporea.

Temperatura corporea

18/24 ore prima del parto si ha un calo della temperatura corporea sotto i 37.5 °c, questo significa che 10/14 ore prima c'è stata la caduta ematica del progesterone, il parto non inizierà fino a quando il progesterone non scende sotto i 2ng/ml.

In questa circostanza potrebbe essere utile fare un esame del progesterone per sapere esattamente quando inizierà il parto.

Dal momento in cui il progesterone avrà raggiunto valori al di sotto dei 2Ng/ml, il parto inizierà nelle 24 ore successive.

Questa prima fase, il travaglio appunto, dura generalmente dalle 6/12 ore anche se in una femmina al primo parto (primipara) può arrivare anche a 36 ore.

Fase 2: l'espulsione

parto cane fase espulsiva
Espulsione del cucciolo con la sua sacca

Questa è la fase in cui vedrai venire alla luce i tuoi cuccioli: ogni cucciolo è avvolto dal suo sacco contenete il liquido amniotico e ogni cucciolo ha la sua placenta.

I piccoli iniziano ad entrare nel canale del parto, a questo punto avviene la rottura delle acque (vedrai delle perdite chiare in quantità abbastanza importane). Da questo momento trascorreranno circa due/ tre ore prima della fase espulsiva che durerà circa 3/6 ore ma può arrivare anche a 24 ore in base al numero dei cuccioli.

Quanto tempo trascorre tra l’espulsione di un cucciolo e l'altro?

assistere parto del cane
Assistere la mamma durante il parto

40minuti è un tempo medio in un parto senza problemi, se trascorrono più di 2 ore allertate il veterinario potreste trovarvi davanti ad una complicazione.

Quali complicazioni possono esserci durante il parto?

In una gravidanza con molti cuccioli il rischio è che il parto non si inneschi.

Ma cosa significa?

In pratica l’utero contenente molti cuccioli risulta molto dilatato e l’elasticità per innescare le contrazioni è scarsa. In tal caso se la fase del travaglio dura più di 24 ore potreste trovarvi costretti a interventi con cesareo.

Lo stesso problema potresti avere in caso di pochi cuccioli.

Altra complicazione può riguardare la posizione del cucciolo podalico

In caso il cucciolo si trovi in posizione podalica (si presenta con le zampe posteriori anziché con il cranio) dovrete aiutare la vostra mamma durante l’espulsione inserendo due dita nella cervice afferrando le zampine e triando verso il basso all’arrivo della contrazione: Attenzione! fatevi seguire da un veterinario, ci vuole esperienza per eseguire questa manovra.

Rottura delle placente

Se il cucciolo si presenta senza placenta, avrete poca lubrificazione per la fase espulsiva e dovrete aiutare la vostra mamma a fare uscire il cucciolo. Anche in questo caso NON IMPROVVISATEVI! Serve un professionista.

Anche in caso di cucciolo incastrato nel canale del parto, non potete fare altro che affidarvi al vostro veterinario che provvederà a valutare la situazione ed eventualmente eseguire un cesareo.

In che posizione partorisce la mia cagnolina?

Alcune femmina si mattono coricate sul fianco, altre in posizione quasi seduta: lasciate che sia lei a decidere come si sente più a suo agio.

La nascita

parto del cane: i cuccioli
Il cucciolo appena nato

Quando tutto fila lascio, vedrete all'improvviso spuntare una bolla piena di liquido, alla spinta successiva uscirà il cucciolo all’interno della sua sacca e con la sua placenta (ricordatevi in caso la placenta non esca insieme al piccolo di segnarlo su un foglio in modo da sapere esattamente a fine parto quante placente non sono uscite).

A questo punto la mamma romperà con i denti la sacca, mangerà la placenta e romperà il cordone ombelicale per poi iniziare a leccare il piccolo in modo energico per liberare le vie respiratorie, da lì a poco sentirete il primo vagito. In caso di cagnolina primipara controllate che la mamma riesca liberare le vie respiratorie abbastanza velocemente, in caso contrario dovrete intervenire posizionando il piccolo a testa in giù e asciugando bocca e naso con un panno in tessuto o carta, finché il cucciolo non emetterà il primo vagito.

Come posso avere la certezza che la mia mia abbia finito di partorire?

parto cane amstaff cuccioli
Cane Amstaff e i suoi cuccioli

I primi segnali sono l’abbassarsi dell’agitazione, ti accorgerai che la neo-mamma inizierà a rilassarsi e prendersi cura dei piccoli, è comunque consigliabile fare un’ecografia di controllo per essere certi che non ci siano più piccoli.

In caso non fossero uscite tutte le placente, occorrerà avvisare il veterinario che, con ogni probabilità, somministrerà l’ossitocina per facilitarne l’espulsione ed eventualmente fare un lavaggio uterino.

parto cane femmina
Femmina di cane dopo il parto

Come avrai capito non è proprio un gioco da ragazzi assistere in maniera responsabile ad un parto: valuta, studia e informati prima di prendere la decisione di far fare una cucciolata alla tua cagnolina. Soprattutto: non improvvisare manovre o prendere decisioni quando la situazione dovesse presentarsi anomala, fatti assistere da un veterinario sia prima della gravidanza, che durante la gestazione e, non di meno, al momento del parto.

Condividi!

Ti potrebbe interessare anche