Sia che tu stia pensando di allargare la famiglia adottando un cane adulto o comprando un cucciolo in allevamento, la tua vita sta per avere una svolta (in positivo) non indifferente.

Abbiamo già visto come scegliere un cucciolo di razza, ma cosa è importante sapere per prepararsi correttamente?
Quali sono i passi giusti per far sì che nell’inserimento del nuovo amico a quattro zampe fili tutto liscio?

Queste informazioni sono molto importanti nel caso tu stia pensando di regalare un cane da compagnia ad una persona anziana (ne abbiamo parlato qui).
Seguimi in questo articolo dove ti darò tutte le informazioni per prepararti ad affrontare questo nuovo arrivo.

Cose da sapere prima di adottare un cane

accogliere cane in casa
Accogliere il nuovo cane in casa

Come sai se mi segui da un po’, nei miei articoli mi piace fare delle premesse che ti permettano di comprendere correttamente le informazioni contenute di seguito; quella che mi sento di farti questa volta è di non prendere questa scelta sotto gamba perché l’adozione di un amico a quattro zampe è un impegno a lungo termine sotto diversi aspetti.

Ad esempio considera che l’aspettativa di vita media di un cane è di 10-13 anni, che è essenziale avere il tempo da dedicargli piuttosto che lo spazio, o ancora che è un animale che per essere felice ha bisogno di essere conosciuto e compreso nella sua natura e attraverso i suoi bisogni di specie.

Se sei pronto a prenderti questa responsabilità mettiti in gioco con me e seguimi nei prossimi paragrafi dove troverai tutte le risposte utili per partire con il piede giusto.

Scegliere il cane adatto (consulenza pre adozione)

I cani non sono tutti uguali

Quando si effettua una scelta a lungo termine come la scelta di un cane per capire se siete adatti l’uno per l’altro è bene considerare diversi aspetti:

  • il tuo stile di vita
  • il contesto in cui dovrà vivere
  • le sue attitudini

Non considerare solo se ti piace esteticamente o caratterialmente!
Le scelte basate solo sugli ultimi due fattori possono essere fuorvianti.

Esistono figure come allevatori, educatori cinofili o di canile a cui ti puoi rivolgere per quelle che vengono chiamate Consulenze Pre-Affido, un servizio di assistenza che ti aiuterà nella scelta, utilissimo soprattutto per chi deve affrontare la prima esperienza di adozione di un cane.

Può essere che ora tu ti stia domandando in che modo uno sconosciuto possa avere valenza in questa scelta e la risposta è che non ne ha, i professionisti ti aiutano solo a prevenire scelte sbagliate che possono creare problemi (e tanti) a tutto il gruppo familiare.

Spezza il cuore dover riportare un cane il canile/allevamento perché ci si rende conto di non aver fatto la scelta giusta.

Il passaggio di proprietà del cane

Come Fido diventa ufficialmente parte della famiglia

Al momento dell’adozione il cane che porterai a casa è munito di un libretto sanitario dove viene riportato il numero del suo Microchip (il suo identificativo) innestato dal veterinario sotto pelle nella zona del collo. Inizialmente è intestato o all’allevamento da cui lo hai comprato o all’associazione che gestisce il canile da cui lo hai adottato.

Dovrai compilare un modulo chiamato CERTIFICATO DI REGISTRAZIONE DI CESSIONE e recarti al centro ASL Canino più vicino per effettuare il passaggio di proprietà, diventando così legalmente responsabile per lui e fornendo così alle autorità i dati di identificazione in caso di smarrimento o fuga dell’animale.

L’iscrizione all’anagrafe canina è regolamentate dalla legge n.281 del 1991 che obbliga tutti i proprietari di cani a registrare il proprio animale, la mancata iscrizione dell’animale è punita con una sanzione fino ad oltre 450 euro in base alle norme della regione di pertinenza.

Gli strumenti indispensabili per il cane

Cosa devo procurarmi con il suo arrivo?

cane con guinzaglio
Il cane e il guinzaglio
  1. IL COLLARINO FISSO o LA PETTORINA ad H: Indispensabili per poter gestire il cane nelle situazioni più diverse in esterna, attenzione alle taglie (variano in base al peso).
  2. LA MEDAGLIETTA: nome e numero di telefono sempre a portata di mano in caso di smarrimento, un po' come il tuo numero di telefono sul diario di tuo figlio.
  3. IL GUINZAGLIO FISSO DA 3M: pratico e maneggevole con due moschettoni e diversi anelli ti permette di regolare la lunghezza per adattarsi ai diversi contesti.
  4. LONGHINA: guinzaglio fisso da 5-10-15 m etc. utilissima come compromesso tra libertà e controllo nelle tue passeggiate in natura.
  5. SPAZZOLA: tutti i cani, eccetto i barboncini, perdono pelo e anche tanto, inoltre la spazzolatura è essenziale per l’igiene della cute. Esistono molte tipologie di pelo e alcune necessitano di una cura impegnativa a cui fido va abituato gradualmente ma fin dai primi mesi di vita. Chiedi consiglio sulla spazzola migliore per il tuo cane al tuo professionista di fiducia.
  6. CIOTOLE: una per l’acqua che resta a disposizione tutto il giorno e una per il cibo.
  7. CUSCINO/BRANDINA: dare una zona di riposo al tuo cane che sia off limits da quasi tutti i disturbi è essenziale per garantirgli un buon equilibrio e per aiutare te nella gestione in casa.
  8. MUSERUOLA: regolamentata dalla legge se correttamente inserita può diventare uno strumento prezioso, fatti consigliare dal tuo educatore di fiducia quale sia il training pratico che più si addice al vostro binomio.
  9. GIOCHI: ne esistono una miliardata, variano dalla pallina, al peluche al freesbee etc, consiglio di andare a comprarli nei negozio apposta per animali e non usare i giochi usati dei figli, il cane potrebbe generalizzare in fretta e non fare distinzione tra un peluche vecchio e rotto e uno nuovo.. per lui sono tutti giochi suoi!
  10. ANTIPARASSITARIO: pulci zecche, pappataci e zanzare della filaria possono darvi filo da torcere, chiedi consiglio al tuo veterinario di fiducia per capire qual è l’antiparassitario più adatto al tuo cane.

In ultimo ma non meno importante, dovrai avere il contatto di fiducia di tre professionisti del settore cinofilo: VETERINARIO, TOELETTATORE ED EDUCATORE CINOFILO.

Un’abitazione a misura di cane

La casa sicura

arredare casa per il cane
Arredare casa per il cane

Ora sia che tu abbia adottato sia che tu abbia comprato il tuo nuovo amico a quattro zampe sarà molto probabile che lui dentro in una casa non abbia mai vissuto e di conseguenza non aspettarti che sappia come comportarsi anzi spiegargli le regole della casa sarà compito tuo!

Quello che posso consigliarti è di renderla più sicura possibile perché i nuovi arrivati possono essere molto pasticcioni ma d’altronde se venisse a trovarti tua sorella con un figlio piccolo che già cammina lasceresti la cristalleria a portata di manine sul tavolino basso della sala?
Ecco con il tuo amico a quattro zampe è la stessa cosa.
Ritira ciò che ritieni importante mettendolo al sicuro così che non faccia una brutta fine e siate tutti contenti.. Come dicevo in uno dei miei primi articoli il cane ti aiuta ad essere più ordinato!
In caso tu viva in una casa molto piena di oggettistica e quindi difficile da mettere completamente in sicurezza ciò che ti consiglio è di creare una stanza sicura, cioè pensata appositamente per lui, dove poterlo lasciare avendo la sicurezza che non accada nulla di spiacevole.

Quanto ci mette fido ad adattarsi?

Tempo al tempo

In linea generale il periodo di adattamento di un soggetto si individua in circa 3 mesi ma abbiamo detto che i cani non sono tutti uguali per questo motivo i tempi di adattamento del tuo amico a quattro zampe possono variare in base alla genetica di razza e al suo vissuto.
È molto importante che nel primo momento post adozione tu ricordi che la cosa migliore da fare è capire perché succede qualcosa e soprattutto avere pazienza e rispettare i SUOI tempi!

Che il nuovo cagnolino provenga da allevamento o da canile è bene sempre che prima dell’adozione tu raccolga più informazioni possibili su di lui e sulla sua storia, questo ti permetterà di avere un’idea più chiara sul suo carattere e sul supporto di cui avrà bisogno per crescere sano ed equilibrato.

Le Profilassi vaccinali del cane

La cura veterinaria di Fido

Il tuo cucciolo di cane nasce con delle protezioni naturali contro le malattie infettive grazie al colostro che è una sostanza contenuta nel latte materno che incrementa le difese immunitarie del piccolo, ma con l’arrivo dei 3 mesi d’età e il conseguente svezzamento completo è necessario un intervento veterinario di vaccinazione perché le difese anticorporali non arrivano più dal latte materno.
Sono diverse le profilassi che ad oggi sono caldamente consigliate per salvaguardare Fido da malattie altamente infettive e contagiose, ti ricordo che la prima inoculazione non copre tutta la vita di Fido ma sarà necessario effettuare dei richiami anche quando sarà adulto.

Ecco per cosa si può vaccinare un cane:

  • CIMURRO CANINO - obbligatoria, richiamo annuale
  • EPATITE CANINA - obbligatoria, richiamo annuale
  • LEPTOSPIROSI - caldamente consigliata, richiamo triennale
  • PARVOVIRUS (ceppi e L4) - obbligatoria, richiamo annuale
  • TOSSI DEI CANILI - caldamente consigliata, richiamo triennale
  • RABBIA - obbligatoria solo in certi paesi come la Svizzera

I cibi e le piante pericolose per il nostro cane

A cosa è necessario prestare attenzione in quanto sostanze pericolose?

CIBI PERICOLOSI

  • Avocado (disturbi gastrointestinali)
  • Alcool (vomito, diarrea fino al coma)
  • Aglio (distruzione globuli rossi)
  • Cavolo (distruzione globuli rossi)
  • Cacao e Cioccolato (tachicardia, tremori fino alla morte)
  • Cipolla e Erba Cipollina (distruzione globuli rossi)
  • Caffè (iperattività, tremori fino al coma)
  • Noci Brasiliane (tremori, ipertermia fino alla paralisi)
  • Pomodori acerbi (vomito, diarrea)
  • Uva e Uvetta (insufficienza renale)
  • Xilitolo (Ipoglicemia e danni al fegato)

PIANTE TOSSICHE

  • Azalea (disturbi gastroenterici)
  • Bulbi (disturbi gastroenterici)
  • Edera (disturbi gastroenterici)
  • Funghi (disturbi gastroenterici o convulsioni)
  • Gelsomino (stati convulsivi)
  • Marijuana (convulsioni, scialorrea)
  • Mughetto (aritmie cardiache)
  • Noce moscata (convulsioni)
  • Ortica (tremori, convulsioni)
  • Oleandro (aritmie cardiache)
  • Ricino (disturbi gastroenterici)
  • Sambuco (disturbi gastroenterici)
  • Semi di albicocca, amarena e ciliegia (convulsioni)
  • Tabacco (stati convulsivi)
  • Tasso (stati convulsivi)

Conclusioni

Bene, ora che hai le idee più chiare su come accogliere il tuo nuovo amico a 4 zampe in casa in maniera consapevole, non devi fare altro che seguire le scelte più ponderate, partendo dalla scelta dell'allevatore o dal contatto con il canile della tua zona.

 

Condividi!

Ti potrebbe interessare anche