Spesso molti di noi si affidano ad un alimento commerciale per alimentare il proprio cane o gatto e, visto che l’alimentazione rappresenta uno dei fattori fondamentali per salvaguardarne la salute, dobbiamo imparare a raccogliere e analizzare quanto più possibile le informazioni che ci permettano di scegliere quello più adatto.

In questo articolo vediamo come leggere le etiche e le tabelle di dosaggio per rispondere alla fatidica domanda: "quanto deve mangiare il mio cane? quanti pasti al giorno?"

Cosa guardare nell'etichetta del mangime

Per una dieta commerciale equilibrata sicuramente è sempre importante imparare a leggere e decifrare l’etichettatura di un mangime.
Tra le tante informazioni che vengono riportate e di cui vi ho parlato nei precedenti articoli, insieme alla composizione e ai componenti analitici che raccontano le caratteristiche nutrizionali del mangime, importante è anche il contenuto energetico e le dosi consigliate.

Perché se per una buona alimentazione è importante la qualità e l’apporto delle materie prime utilizzate, anche la quantità che viene somministrata ha i suoi effetti sulla salute.

Fabbisogni energetici

Fornire la quantità di alimento necessaria per coprire il fabbisogno energetico in ogni fase specifica della vita dell'animale è importante per garantirne il mantenimento fisiologico, perché se alimentati in eccesso si possono determinare fenomeni di sovrappeso mentre se alimentati troppo poco possono avere diminuzioni di peso o carenze ad esempio della massa muscolare.

Fabbisogno energetico giornaliero del cane adulto

cane adulto fabbisogno energetico giornaliero
Cane adulto

Il fabbisogno energetico giornaliero di un cane adulto viene estrapolato tramite opportuni calcoli che tengono in considerazione del così detto peso metabolico dell’animale moltiplicato per determinati coefficienti che prendono in considerazione  alcune condizioni come ad esempio attività fisica, razza, condizioni ambientali, sterilizzazione, ecc..

Fonti autorevoli come WSAVA, World Small Animal Veterinary Association, riportano in alcune tabelle i range di riferimento per i fabbisogni medi di animali in salute in età adulta in base al loro peso.

Prendendo  quindi quanto riportato in bibliografia, possiamo dire che il fabbisogno energetico giornaliero medio di un cane adulto in salute per taglia è il seguente:

Taglia cane / Fabbisogno energetico (Kcal/giorno)

  • TOY (es. Pinscher - Chihuhua 2-4 kg): 140 - 290 Kcal/giorno;
  • PICCOLA (es. Maltese, Jack Russel 5-10Kg): 280 - 590 Kcal/giorno;
  • MEDIA (es. Cocker, Border Collie 11-20 Kg): 510 - 993 Kcal/giorno;
  • GRANDE (es. Golden Retriever, Rottweiler 21 - 49Kg): 820 - 1945 Kcal/giorno.

Fabbisogno energetico giornaliero del cane cucciolo

cane cucciolo fabbisogno energetico
Cane cucciolo

E parlando del cucciolo?

Anche in questo caso il fabbisogno energetico giornaliero viene ottenuto mediante opportuni calcoli dove i coefficienti tengono in considerazione delle loro esigenze specifiche per le diverse fasi di accrescimento.

Altro parametro che viene tenuto in considerazione è la stima del possibile accrescimento che avrà il cucciolo in riferimento al peso che avrà da adulto.

Fediaf (Federazione Europea dell'Industria degli Alimenti per Animali da Compagnia) riporta delle tabelle di riferimento per calcolare i fabbisogni dei cuccioli in relazione al loro peso e alla fase di accrescimento.

Vi riporto qui di seguito una tabella esemplificativa prendendo come riferimento quanto riportato da FEDIAF per capire i possibili fabbisogni dei cuccioli:

Fase accrescimento: cuccioli appena nati

Taglia cane / Fabbisogno energetico (Kcal/giorno)

  • TOY (es. Pinscher - Chihuhua 2-4 kg): 25Kcal/100g di peso;
  • PICCOLA (es. Maltese, Jack Russel 5-10Kg): 25Kcal/100g di peso;
  • MEDIA (es. Cocker, Border Collie 11-20 Kg): 25Kcal/100g di peso;
  • GRANDE (es. Golden Retriever, Rottweiler 21 - 49Kg): 25Kcal/100g di peso.

Fase accrescimento: fino al 50% del peso da adulto

Taglia cane / Fabbisogno energetico (Kcal/giorno)

  • TOY (es. Pinscher - Chihuhua 2-4 kg): 210 - 353 Kcal/giorno;
  • PICCOLA (es. Maltese, Jack Russel 5-10Kg): 418 - 700 Kcal/giorno;
  • MEDIA (es. Cocker, Border Collie 11-20 Kg): 754 - 1180 Kcal/giorno;
  • GRANDE (es. Golden Retriever, Rottweiler 21 - 49Kg): 1224 - 2312 Kcal/giorno.

Fase accrescimento: dal 50 all'80% del peso da adulto

Taglia cane / Fabbisogno energetico (Kcal/giorno)

  • TOY (es. Pinscher - Chihuhua 2-4 kg): 248 - 418 Kcal/giorno;
  • PICCOLA (es. Maltese, Jack Russel 5-10Kg): 495 - 943 Kcal/giorno;
  • MEDIA (es. Cocker, Border Collie 11-20 Kg): 894 - 1400 Kcal/giorno;
  • GRANDE (es. Golden Retriever, Rottweiler 21 - 49Kg): 1453 - 2740 Kcal/giorno.

Fase accrescimento: dall'80 al 100% del peso da adulto

Taglia cane / Fabbisogno energetico (Kcal/giorno)

  • TOY (es. Pinscher - Chihuhua 2-4 kg): 235 - 396 Kcal/giorno;
  • PICCOLA (es. Maltese, Jack Russel 5-10Kg): 468 - 787 Kcal/giorno;
  • MEDIA (es. Cocker, Border Collie 11-20 Kg): 846 - 1323 Kcal/giorno;
  • GRANDE (es. Golden Retriever, Rottweiler 21 - 49Kg): 1373 - 2593 Kcal/giorno.

Ricordiamo inoltre che anche per le fasi di gestazione e allattamento esistono dei calcoli particolari per la determinazione del fabbisogno energetico che vengono stimati rispettivamente considerando le settimane di gestazione e il numero dei cuccioli.

Energia metabolizzabile: cos'é?

I produttori di mangimi calcolano l’apporto energetico di un mangime affidandosi ad una formula matematica che mette in relazione la percentuale di proteine, grassi e carboidrati.

Questo viene espresso come Energia Metabolizzabile, intesa come la quota dell’energia totale del mangime che viene realmente sfruttata dall’organismo dell’animale.

Come leggere le tabelle di dosaggio del mangime per cani?

Ma una volta che si conoscono la caratteristiche nutrizionali e l’apporto energetico di un mangime, come si estraggono le famose tabelle di dosaggio che troviamo riportate sull’etichettatura di questi mangimi?

Queste tabelle riportano i grammi totali giornalieri di mangime, che deve assumere il nostro animale, indicati come range tra due parametri: tra il dosaggio minimo e il massimo previsto.

Devono però essere prese come indicazione di massima, questi valori sono del tutto indicativi.

Bisogna sempre ricordare che queste tabelle riportano dei valori medi che vengono ottenuti facendo riferimento al peso dell’animale.
Non tengono in considerazione tutte le altre condizioni, come ad esempio:

  • grado di attività fisica
  • razza
  • stagione
  • stress termico
  • particolari esigenze 

che completano e determinano il reale fabbisogno del nostro animale.

Non dimentichiamo che ogni soggetto (cane, gatto o altro animale) ha le sue peculiarità e che la dieta deve essere adattata quanto più possibile alle sue reali necessità.

Dove viene infatti indicato un intervallo di quantità, sarà poi nostra cura, anche in base alle indicazioni ricevute dal nostro veterinario, individuare le modalità di somministrazione e il numero di pasti.

Quantità di pasti giornalieri in base al peso e alla taglia

numero pasti giornalieri del cane
Pasti giornalieri del cane

Quante volte dobbiamo dare da mangiare al nostro cane una volta che abbiamo determinato la quantità giornaliera di alimento?

Si consiglia che un cucciolo, dopo lo svezzamento, quindi dal 2°-3° mese fino al 4° mese per le razze di piccola taglia (es. Yorkshire Terrier, Pinscher) e fino al 6° mese per le razze di taglia grande (es. Labrador, Pastore Tedesco) debba mangiare tre volte al giorno.

In seguito e per l’età adulta in normali condizioni di salute è bene mantenere i due pasti al giorno.

Ed è proprio qui che entra l’opera del nostro veterinario che dovrà valutare se il dosaggio riportato in etichettatura sia adeguato al nostro animale e fornirci indicazioni adeguate circa il numero di pasti ideale giornalmente.

I valori contenuti in queste tabelle derivano infatti da dei calcoli matematici ma in realtà ogni soggetto poi differirà dall’altro per le sue specifiche esigenze.

Come leggere le tabelle di dosaggio del mangime per cuccioli

Per i mangimi per cuccioli di solito le tabelle sono più “articolate”.

Questo perché possiamo trovare due diverse tipologie di tabelle:

  1. tabella che riporta da un lato il peso del cucciolo e dall’altro l’età e indica i grammi di mangime giornalieri;
  2. la correlazione tra il peso potenziale che il cucciolo avrà da adulto e i mesi attuali del cucciolo.

Da non dimenticare poi che anche la dieta commerciale deve essere supervisionata dal nostro veterinario e si possono prevedere anche dei bilanciamenti tra alimenti commerciali, ad esempio pensando utilizzo di alimenti complementari o per integrare specifiche esigenze, come l'uso di integratori condroprotettori per le articolazioni.

Condividi!

Ti potrebbe interessare anche